Prezzi di metalli preziosi
Oro: 1329.99 EUR
Argento: 15.37 EUR
Platino: 796.79 EUR
Palladio: 1528.20 EUR
rodio: 5039.50 EUR

L’Italia Non Può Gestire Il Suo Debito In Nessun Modo

L'Italia, una delle maggiori economie europee e membro dell'Eurozona, sta per essere travolta da una crisi del debito, senza una via d'uscita apparente.

Solitamente l'Unione Europea si concentra sul tentativo di risolvere i problemi attuali dell'economia italiana per contribuire a stabilizzarla. Tuttavia, l'Europa sta impiegando molto del suo tempo e delle sue risorse per risolvere il Brexit. Pertanto, la crisi italiana viene per lo più ignorata.

Il Governo Italiano

Il governo italiano è pronto a dare la colpa all'Europa per la crisi, e parte del loro piano è quello di comunicare agli elettori che non stanno cercando di lasciare l'Eurozona. Tuttavia, l'Eurozona sta spingendo fuori l'Italia. È possibile che l'Italia lasci l'UE mentre incolpa gli eurocrati per la situazione, poiché non erano disposti ad affrontare la loro situazione finanziaria.

Effetti Sull’Economia Globale

Quando la crisi del debito colpirà l'Italia, è quasi certo che avrà ripercussioni sui mercati dell'UE e sui mercati finanziari di tutto il mondo. L'attuale crisi del debito che sta per colpire l'Italia sembra simile alla crisi greca, che ha colpito quasi un decennio fa. Questa volta, però, l'impatto sarebbe maggiore in quanto l'economia italiana è circa 10 volte superiore a quella greca.

La Crisi Del Debito Italiano

La proiezione della crisi finanziaria che sta per colpire l'Italia è dovuta al crescente rapporto debito/PIL. Infatti, nel 2018 questo numero ha raggiunto il 132%, il che è disastroso. Si prevede che questo rapporto raggiungerà il 140% entro il 2020, come previsto dal FMI nella sua recente ricerca.

Se guardiamo alla storia dell'economia italiana, possiamo vedere che le ultime due volte che il paese è stato inadempiente per quanto riguarda il debito estero è stato dopo la prima guerra mondiale e nel 1940. In questo momento, l'Italia è al quarto posto nel mondo in termini di rapporto debito estero, subito dopo gli Stati Uniti, Giappone e Cina. Ma questi paesi sono in grado di gestire il loro debito in modo più saggio. Purtroppo, l'Italia non può semplicemente uscire da questa crisi del debito senza danneggiare le altre economie, soprattutto a causa delle sue relazioni con l'UE e l'euro.

Quali Sono Le Opzioni Per L’Italia?

Come tutti gli altri paesi gravati dal debito estero, anche l'Italia possiede tre opzioni. Ecco una breve panoramica di tutte e tre le opzioni.

Prima Opzione

In generale, i paesi con debito estero possono facilmente uscire dal loro debito accelerando la loro crescita economica fino a un livello che consenta loro di generare entrate sufficienti e ripagare il loro debito. Per l'Italia, questo è quasi impossibile. La velocità media di crescita economica in Italia è stata di poco inferiore allo 0,4% dal 1999, con un tasso di crescita dell'1,5% all'anno da allora. È stato un periodo di rapida crescita di tutte le economie mondiali.

Per uscire dal problema legato al debito estero, l'Italia dovrebbe far crescere la propria economia ad un ritmo dello 0,7% all'anno, mantenendo una crescita complessiva pari o superiore all'1,3% all'anno. Una crescita così rapida è quasi impossibile per l'Italia. Attualmente, questa non è un'opzione praticabile.

Seconda Opzione

La seconda opzione per il governo potrebbe essere quella di risparmiare di più e generare maggiori entrate per evitare ulteriori piani di salvataggio, ripagando lentamente nel tempo il debito attuale per uscire da questo ciclo. Anche questo non dovrebbe essere possibile per l'Italia.

Terza Opzione

La terza e più ovvia opzione per l'Italia è quella di creare più inflazione e di utilizzarla per iniziare a ripagare i debiti. Purtroppo, però, poiché l'Italia fa ancora parte dell'Eurozona, non è in grado di controllare l'inflazione. E anche la BCE non lo può permetterglielo. Al momento, non sembra esserci modo di mitigare questa crisi imminente per l'Italia.